CHIRURGIA NEONATALE

CHIRURGIA NEONATALE

Diverse patologie infantili che richiedono una cura chirurgica devono essere riconosciute e trattate già in epoca neonatale.

Molte di queste, sospettate o diagnosticate in utero oppure osservate alla nascita, possono richiedere un trattamento urgente, alcune volte immediato, altre volte differibile di poche ore, dopo una adeguata preparazione.

Per un’adeguata preparazione all’intervento chirurgico e una ottimale assistenza post-operatoria è a volte sufficiente il ricovero nell’Unità di Chirurgia Pediatrica, ma nei casi più delicati è spesso necessario il ricovero nell’Unità di Terapia Intensiva Neonatale.

Le condizioni che richiedono un trattamento chirurgico nel neonato sono frequentemente congenite, cioè originate prima della nascita, e nella maggior parte dei casi di natura malformativa, cioè causate da un mancato completamento dei processi embriogenetici che portano allo sviluppo dei vari organi e apparati. In altri casi possono insorgere successivamente, in seguito a condizioni predisponenti, come ad esempio la prematurità.

Si riportano a scopo esemplificativo alcune diagnosi di più comune riscontro nell’attività di chirurgia neonatale.

  • Atresia esofagea
  • Atresia duodenale
  • Atresia digiuno-ileale
  • Malrotazione intestinale                   
  • Cisti e duplicazioni intestinali
  • Ileo da meconio
  • Peritonite da meconio
  • Enterocolite necrotizzante
  • Volvolo intestinale
  • Difetti della parete addominale: Onfalocele e Gastroschisi
  • Malformazioni anorettali
  • Megacolon agangliare o Malattia di Hirschsprung